“Al compimento del suo ventesimo anno di vita, Elia Cannin decise di essere un rivoluzionario”.

Cari amici e lettori italofoni di tutto il mondo! Continuiamo a ricevere molti manoscritti da autori e autrici italiane anche se siamo nati come progetto multilinguistico, e questo ci fa un enorme piacere perché siamo consapevoli che in Italia ci sono tante voci inascoltate, schiacciate dalla rumorosa moltitudine di raccomandati. E proprio di raccomandazioni parla questo nuovo, bellissimo, rivoluzionario racconto che ci accingiamo a pubblicare, intitolato La lettera di pietro.

Ecco la trama:
In una realtà distopica situata in un tempo a noi non troppo lontano, assistiamo alla vicenda del giovane Elia Cannin, figlio di don Pietro Cannin, primo dirigente della Confederazione di Ro. L’Italia, così come la conosciamo, non esiste più. Le lingue sono diventate dialetti e sono state sostituite dal ruinci, un nuovo linguaggio elaborato dal sofisticato computer Grammatico e adottato da tutte le Confederazioni. E i libri, quelli di carta, sono soltanto una reliquia segregata in antiche e proibite biblioteche. Elia ha appena conseguito il pandottorato e ha la possibilità di diventare il nuovo segretario personale del ministro delle Raccomandazioni Statali, ma invece di obbedire a un sistema che di umano non ha più nulla, decide di ribellarsi.

La lettera di Pietro è un racconto in cui abbiamo ritrovato paesaggi estremi che ricordano quelli di José Saramago, scritto con la finezza della letteratura fantastica di Dino Buzzati, e capace di trasformare un luogo surreale a cui siamo ormai assuefatti in un non-luogo regolato da leggi affatto improbabili, anzi, a noi piuttosto familiari. Il genere di storie che ci piace portare con noi in questa folle missione di regalare libri.

Siamo orgogliosi di accogliere tra noi Aldo Amabile, un autore dalla fervida immaginazione, già affermato e con numerose pubblicazioni alle spalle. A breve daremo alle stampe anche il suo Giallo napoletano, un romanzo geniale ambientato tra Capri, Roma e Milano, che vede per protagonista un celebre scrittore combattuto tra il bene e il male…
Speriamo di dare a quest’opera la giusta diffusione, ma per questo, come sempre, abbiamo bisogno anche di voi, cari lettori, care lettrici. Ovunque siate in queste fredde e luminose vacanze natalizie, non dimenticate di portare con voi uno dei nostri “nice books”!

La lettera di Pietro
Aldo Amabile
Copertina flessibile:
 35 pagine
Editore: Articoli Liberi (17 dicembre 2019)
Lingua: Italiano
ISBN: 978-2491229030
DISTRIBUZIONE GRATUITA NELLE SCUOLE
Acquista su Amazon, Sostieni il nostro progetto

“Voltaire sotto ai portici”, recensione di Antonio Melchionda

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s