Trappole concettuali del web: un campo minato

Come un campo minato.Siamo abituati a pensare che le idee e le convinzioni siano oggetti astratti ma nella nostra attuale situazione, quella in cui l’informazione e la iperconduttività della rete hanno amplificato e accelerato le cose, le astrazioni diventano azioni. Quel che sembrava una chiacchiera da bar diventa in un attimo una movimento di opinione capace di convincere migliaia di persone ad assaltare il parlamento americano. … Continua a leggere Trappole concettuali del web: un campo minato

Politicamente scorretto, ovvero se non hai problemi createli

Se non hai problemi createliAlcuni pensano che sia questo il sotteso intento del tema del cosiddetto “politically correct”, ovvero, dato che ormai viviamo nell’agio, dobbiamo trovare temi di dibattito sempre più astratti. Ambiti e radicalizzazioniSi va dalla questione di parità di genere al lessico razzializzato, dal maschile sovraesteso al sottintendere coercitivo. Cosa sia il rispetto e cosa invece una burocratizzazione del linguaggio. Se la lingua formi il … Continua a leggere Politicamente scorretto, ovvero se non hai problemi createli

Appunti per una rivoluzione sentimentale

Ciuffi di nuvole bianche punteggiano un cielo lindo che fuga ogni malinconia. Oltranze irriducibili di speranza, presagi favorevoli, puntuali fronde verdi che ondeggiano al vento. Che si canti la gioia ogni tanto, nell’armonia accesa di un vago sentore di sud che introduce le infiorescenze primaverili dell’anima. Il respiro di questo giorno entra nelle vene con la consueta sobrietà di un ritmo che si trascina, monotono … Continua a leggere Appunti per una rivoluzione sentimentale

Il sogno di tutti è lavorare poco e guadagnare tanto. Gli influencer ci sono riusciti, ma a quale prezzo?

Stanotte nella 307, una junior suite, c’è l’influencer brasiliana, credo, o magari portoghese, ma forse anche italiana perché con me ha parlato in italiano, Cindy Carvalo, o Carvahlo, o Carvhalo, non mi ricordo dove si mette la H, ma da qualche parte si deve mettere per forza sennò non sarebbe più un’influencer ma una ragazza qualunque, magari una normalissima studentessa, un’appassionata di una qualsiasi attività … Continua a leggere Il sogno di tutti è lavorare poco e guadagnare tanto. Gli influencer ci sono riusciti, ma a quale prezzo?

Assertività nella stagione della rinascita

“C’è in te una vitalità, una forza vitale, un’energia, uno stimolo che si traduce in azione, e poiché come te ce n’è sempre e soltanto uno, questa espressione è unica. E se la blocchi, non esisterà mai in nessun altro e andrà perduta.” – Martha Graham Siamo in primavera. Sono una grande amante della stagione fredda, io. Adoro i toni caldi della terra, le foglie … Continua a leggere Assertività nella stagione della rinascita

Shameless: Cosa vuol dire vivere un lutto per la fine di una serie?

Cosa vuol dire vivere un lutto per la fine di una serie televisiva? Una serie televisiva che arriva all’undicesima stagione e da 10 anni ci accompagna nella vita di una famiglia disfunzionale affetta da ogni tipo di problematica. Chicago fa da sfondo e il south side in particolare La zona più pericolosa e malfamata della città che si sta gentrificando è una protagonista importante della serie. Alcool, droghe, dipendenze … Continua a leggere Shameless: Cosa vuol dire vivere un lutto per la fine di una serie?

L’epoca in cui le parole che non si dicono, dicono molto dell’epoca

La storia si ripete se c’è a chi conviene. Alla riproposizione di un format che sembrava ormai squalificato dalla storia, completo di ogni singolo scadente elemento di sconfortante prevedibilità, dobbiamo dissotterrare il kit di sopravvivenza del cittadino capace di sguardo critico.Minacce, censura, l’alzata di scudi del “noi” e del “loro”, la dietrologia, la scarsità di informazioni per non dire del fumo negli occhi che nasconde … Continua a leggere L’epoca in cui le parole che non si dicono, dicono molto dell’epoca

Abbi cura degli attimi. Sono frammenti di eterno

Non sempre l’amore è sfacciato. Può capitare che si diverta a giocare a nascondino con noi. Così, se non prestiamo attenzione ai minimi particolari, agli istanti, alle pause tra le parole, rischiamo di sbattere inutilmente la testa contro il muro e uscirne sconfitti o, meglio, convinti di non essere amati. A volte è vero, altre volte no. Magari, riflettiamoci, il nostro compagno di viaggio ci … Continua a leggere Abbi cura degli attimi. Sono frammenti di eterno

La fotografia come arte della tecnica

La fotografia ha rivoluzionato il modo in cui l’essere umano si esprime artisticamente. È un fatto. Ma, soprattutto, ha sollevato la questione relativa alla definizione di arte e oggetto artistico. Qual è il confine tra arte e tecnica? Una questione quanto mai attuale in un’epoca in cui la tecnica e la scienza fanno da padrone e in cui, allo stesso tempo, si moltiplicano gli artisti, … Continua a leggere La fotografia come arte della tecnica

Certi “come stai” sono dei “ti amo” non detti

Siamo una coppia. Quante volte abbiamo pronunciato queste tre parole parlando a un’amica, a una collega? Tante, ci scommetto. È iniziato così, proprio con queste tre parole, uno scambio di battute tra me e una sconosciuta, entrambe in coda all’ufficio postale. Lei, curatissima, con in mano un paio di bollette da pagare. Io, struccata e in jeans, con in braccio una decina di plichi contenenti … Continua a leggere Certi “come stai” sono dei “ti amo” non detti

Il Jazz nella scrittura di Murakami e Pavese. Ispirazione, fragilità e bellezza

La musica Jazz, insieme al Blues, è stata, nella storia, un punto di crocevia di culture, epoche e credenze, di grandissima importanza.Haruki Murakami, nel 2017, ha reso pubblica la sua personale playlist su Spotify contenente la sua collezione privata di brani Jazz. 220 ore di ascolto.Murakami non ha certo bisogno di presentazioni, ma per chi non lo conoscesse è importante sapere che nella sua vita … Continua a leggere Il Jazz nella scrittura di Murakami e Pavese. Ispirazione, fragilità e bellezza

Trappole non intenzionali di un mondo troppo veloce

Lo credevamo tutti che la circolazione di informazioni, la libertà di esprimere opinioni e la duttilità dei mezzi potesse formare le menti ed i cuori in un modo virtuoso e solidale.Ma l’essere umano non si smentisce o, forse, è la comunicazione che non è ancora telepatica ma soggetta a tutti i Bias cognitivi possibili.Di fatto siamo giunti là dove aforismi, frasi ad effetto, dichiarazioni fucilate … Continua a leggere Trappole non intenzionali di un mondo troppo veloce

La carica spirituale nell’amore supremo di John Coltrane

John Coltrane era un musicista umile, che a lungo si fece le ossa suonando rhythm and change, un genere derivato dal blues. Suonò con Gillespie in epoca bebop, ma fu con Miles Davis che gettò le basi di un futuro volto a lasciare un segno indelebile nella storia della musica e dell’immaginario collettivo, quando fu chiamato a sostituire al sax tenore Sonny Rollins. Non intendo … Continua a leggere La carica spirituale nell’amore supremo di John Coltrane

Aspettative di felicità: Aspirazione e fardello

“Quando avevo cinque anni, mia madre mi ripeteva sempre che la felicità è la chiave della vita. Quando andai a scuola mi domandarono come volessi essere da grande. Io scrissi: felice. Mi dissero che non avevo capito il compito, e io dissi loro che non avevano capito la vita.”John Lennon Alzi la mano chi nella vita vuole essere felice. Tutti, ovvio! Io sicuramente sì. In questi giorni mi capita spesso di pensare a questa parola: felicità. Felicità, … Continua a leggere Aspettative di felicità: Aspirazione e fardello

Dante Alighieri e le fattucchiere

Finnicella fu la prima fattucchiera sul suolo italico a essere bruciata poiché sospettata di essere una strega. Correva il giorno 28 giugno 1424.Naturalmente la location ideale per cominciare una mattanza, basata quasi esclusivamente sul pregiudizio e sulla superstizione, non poteva che essere Roma. La città eterna, sì, ma non per tutti, evidentemente, specie per coloro che erano in odore di combutta col diavolo. La procedura … Continua a leggere Dante Alighieri e le fattucchiere

L’ostinazione dei Jedi: Combattere occorre… Le mafie e la falsa letteratura

Sin da ragazzo amo “Guerre Stellari”, la dicotomia tra Forza e Lato oscuro allora mi affascinava, oggi mi interroga. Fino a qualche tempo fa, pensavo dipendesse semplicemente dalle mie passioni per scienza e fantascienza, per il futuro e le “cose ultime”, le quali mi hanno spinto a respingere le certezze preconfezionate, per inoltrarmi sulla via del possibile, del tentativo. Tale predilezione, mi dicevo, forse è … Continua a leggere L’ostinazione dei Jedi: Combattere occorre… Le mafie e la falsa letteratura

A morte il linguaggio pubblicitario!

A morte il linguaggio pubblicitario! Sembra esagerato ma è l’unica cosa da fare.Sì perché è un ibrido scorretto e traditore, è un infido amico interessato ai fatti nostri (li usa per i suoi scopi) che ammette di prendere soldi per convincerci a fare delle cose. Noi ci illudiamo di potergli resistere ma lui si avvale di tutti i mezzi a disposizione. Tutti. Invade gli spazi, … Continua a leggere A morte il linguaggio pubblicitario!

Cara Io, vorrei tanto portarti al mare

Cara Io,Vorrei tanto portarti al mare in uno di quei giorni di quiete dopo un’assordante tempesta.Vorrei portarti perché il mare, con la sua meravigliosa semplicità, cura le anime di tutti coloro che lo attraversano o semplicemente ci sostano.Vorrei portarti al mare per farti assaporare l’inebriante splendore di eccezionale creazione, che con i suoi colori fa prendere vita a dolci e irrefrenabili pensieri. Vorrei portarti al … Continua a leggere Cara Io, vorrei tanto portarti al mare