Le mamme sole con partita Iva di Madeline Miller

di Valentina Contessi In questo ultimo periodo i miei bambini sono stati ammalati e, proprio come quando erano neonati, mi sono fermata a riflettere sul carico di superpoteri che viene richiesto a una madre. Mi sono ritrovata a riflettere, accompagnata dalla lettura di Circe (di Madeline Miller), sulla forza, la tenacia e l’inarrestabilità che le mamme riescono a tirar fuori, come coniglio dal cappello del … Continua a leggere Le mamme sole con partita Iva di Madeline Miller

A volte capita di ritrovarci interi. Si chiama amore

di Selene Pascasi Abbi cura degli attimi. Sì, è una frase che ho già scritto ma ho bisogno di prendere di nuovo in prestito le mie parole e usarle, oggi, per raccontarvi una cosa. Anzi, per farvi una domanda. Vi è mai capitato di vivere una relazione sentimentale a fasi alternate e contrapposte? Mi spiego meglio. Ci sono storie “altalena”, così mi piace chiamarle, che … Continua a leggere A volte capita di ritrovarci interi. Si chiama amore

Analisi sentimentale del rapporto uomo-animale

di Giulia Funiati Amor dall’animo teneroRicucendo con garbo le mie feriteGeneri negli occhi miei infinita adorazione,occupando la parte più profonda di me, il cuore. Furono questi i primi versi che scrissi quattro anni fa, dopo aver ammirato un albero di ciliegio, il cui fiore simboleggia la pace interiore e l’immenso valore che la vita possiede, mentre il sole baciava il mio corpo e la Natura … Continua a leggere Analisi sentimentale del rapporto uomo-animale

Breve storia dell’antica arte di fare marchette

di Frank Iodice Oggi ti devi far notare. Devi saperti vendere per stare sul mercato perché il bancone del pesce puzza assai se non ci spargi di continuo il ghiaccio e qualche spruzzatina d’acqua di mare. Per prima cosa devi smetterla di scrivere libri, perché è un’attività troppo faticosa, fa male alla salute, fa venire il mal di schiena, provoca giramenti di testa, ti impedisce … Continua a leggere Breve storia dell’antica arte di fare marchette

Radovan A. Vujovic

L’esorcismo musicale dei diavoli blu

di Glenda Dollo Il blues è uno stato d’animo, una forma poetica ed espressiva, una struttura musicale, e solo in seguito un genere musicale che ci fa pensare a B.B.King, Elmore James, John Lee Hooker, Skip James, Buddy Guy, Howlin’ Wolf, per citare alcuni nomi.Il blues nasce dallo sfruttamento e dalla segregazione razziale degli Stati Uniti. Nei campi di cotone, sottoposti a un lavoro massacrante, … Continua a leggere L’esorcismo musicale dei diavoli blu

Che rapporto abbiamo con la nostra coscienza? Appunti sul Don Chisciotte

di Glenda Dollo Quando Pirandello incluse alcune pagine dedicate al Don Chisciotte nel suo saggio L’umorismo, lo fece in un capitolo intitolato L’ironia comica nella poesia cavalleresca.Egli rintraccia nell’opera di Cervantes il sentimento del contrario posto alla base dell’umorismo. Don Chisciotte, nota Pirandello, è animato da un’unica aspirazione: la giustizia. “Coraggio a tutta prova, animo nobilissimo, fiamma di fede; ma quel coraggio non gli frutta … Continua a leggere Che rapporto abbiamo con la nostra coscienza? Appunti sul Don Chisciotte

Trappole concettuali del web: un campo minato

di Fabio Folla Come un campo minato.Siamo abituati a pensare che le idee e le convinzioni siano oggetti astratti ma nella nostra attuale situazione, quella in cui l’informazione e la iperconduttività della rete hanno amplificato e accelerato le cose, le astrazioni diventano azioni. Quel che sembrava una chiacchiera da bar diventa in un attimo una movimento di opinione capace di convincere migliaia di persone ad assaltare … Continua a leggere Trappole concettuali del web: un campo minato

Politicamente scorretto, ovvero se non hai problemi createli

di Fabio Folla Se non hai problemi createliAlcuni pensano che sia questo il sotteso intento del tema del cosiddetto “politically correct”, ovvero, dato che ormai viviamo nell’agio, dobbiamo trovare temi di dibattito sempre più astratti. Ambiti e radicalizzazioniSi va dalla questione di parità di genere al lessico razzializzato, dal maschile sovraesteso al sottintendere coercitivo. Cosa sia il rispetto e cosa invece una burocratizzazione del linguaggio. Se la … Continua a leggere Politicamente scorretto, ovvero se non hai problemi createli

Il sogno di tutti è lavorare poco e guadagnare tanto. Gli influencer ci sono riusciti, ma a quale prezzo?

Frank Iodice, agosto 2020 Stanotte nella 307, una junior suite, c’è l’influencer brasiliana, credo, o magari portoghese, ma forse anche italiana perché con me ha parlato in italiano, Cindy Carvalo, o Carvahlo, o Carvhalo, non mi ricordo dove si mette la H, ma da qualche parte si deve mettere per forza sennò non sarebbe più un’influencer ma una ragazza qualunque, magari una normalissima studentessa, un’appassionata … Continua a leggere Il sogno di tutti è lavorare poco e guadagnare tanto. Gli influencer ci sono riusciti, ma a quale prezzo?

Assertività nella stagione della rinascita

di Valentina Contessi “C’è in te una vitalità, una forza vitale, un’energia, uno stimolo che si traduce in azione, e poiché come te ce n’è sempre e soltanto uno, questa espressione è unica. E se la blocchi, non esisterà mai in nessun altro e andrà perduta.” – Martha Graham Siamo in primavera. Sono una grande amante della stagione fredda, io. Adoro i toni caldi della … Continua a leggere Assertività nella stagione della rinascita

Il libro postumo di Roberto Calasso apre un varco tra il bene e il male

di Frank Iodice Al numero 777 della Piccola Biblioteca Adelphi corrisponde un titolo che mi sta molto a cuore, Sotto gli occhi dell’agnello, di Roberto Calasso, pubblicato postumo. Ho letto diverse opere dello storico direttore di una delle poche vere case editrici italiane, e li ho sempre custoditi in un angolo privilegiato della mia biblioteca piccola. Ho cercato di seguire il suo esempio dedicandomi a … Continua a leggere Il libro postumo di Roberto Calasso apre un varco tra il bene e il male

Shameless: Cosa vuol dire vivere un lutto per la fine di una serie?

di Fabio Folla Cosa vuol dire vivere un lutto per la fine di una serie televisiva? Una serie televisiva che arriva all’undicesima stagione e da 10 anni ci accompagna nella vita di una famiglia disfunzionale affetta da ogni tipo di problematica. Chicago fa da sfondo e il south side in particolare La zona più pericolosa e malfamata della città che si sta gentrificando è una protagonista importante della serie. … Continua a leggere Shameless: Cosa vuol dire vivere un lutto per la fine di una serie?

L’epoca in cui le parole che non si dicono, dicono molto dell’epoca

di Fabio Folla La storia si ripete se c’è a chi conviene. Alla riproposizione di un format che sembrava ormai squalificato dalla storia, completo di ogni singolo scadente elemento di sconfortante prevedibilità, dobbiamo dissotterrare il kit di sopravvivenza del cittadino capace di sguardo critico.Minacce, censura, l’alzata di scudi del “noi” e del “loro”, la dietrologia, la scarsità di informazioni per non dire del fumo negli … Continua a leggere L’epoca in cui le parole che non si dicono, dicono molto dell’epoca

Abbi cura degli attimi. Sono frammenti di eterno

di Selene Pascasi Non sempre l’amore è sfacciato. Può capitare che si diverta a giocare a nascondino con noi. Così, se non prestiamo attenzione ai minimi particolari, agli istanti, alle pause tra le parole, rischiamo di sbattere inutilmente la testa contro il muro e uscirne sconfitti o, meglio, convinti di non essere amati. A volte è vero, altre volte no. Magari, riflettiamoci, il nostro compagno … Continua a leggere Abbi cura degli attimi. Sono frammenti di eterno

Certi “come stai” sono dei “ti amo” non detti

di Selene Pascasi Siamo una coppia. Quante volte abbiamo pronunciato queste tre parole parlando a un’amica, a una collega? Tante, ci scommetto. È iniziato così, proprio con queste tre parole, uno scambio di battute tra me e una sconosciuta, entrambe in coda all’ufficio postale. Lei, curatissima, con in mano un paio di bollette da pagare. Io, struccata e in jeans, con in braccio una decina … Continua a leggere Certi “come stai” sono dei “ti amo” non detti

Trappole non intenzionali di un mondo troppo veloce

di Fabio Folla Lo credevamo tutti che la circolazione di informazioni, la libertà di esprimere opinioni e la duttilità dei mezzi potesse formare le menti ed i cuori in un modo virtuoso e solidale.Ma l’essere umano non si smentisce o, forse, è la comunicazione che non è ancora telepatica ma soggetta a tutti i Bias cognitivi possibili.Di fatto siamo giunti là dove aforismi, frasi ad … Continua a leggere Trappole non intenzionali di un mondo troppo veloce

Aspettative di felicità: Aspirazione e fardello

di Valentina Contessi “Quando avevo cinque anni, mia madre mi ripeteva sempre che la felicità è la chiave della vita. Quando andai a scuola mi domandarono come volessi essere da grande. Io scrissi: felice. Mi dissero che non avevo capito il compito, e io dissi loro che non avevano capito la vita.”John Lennon Alzi la mano chi nella vita vuole essere felice. Tutti, ovvio! Io sicuramente sì. In questi giorni mi capita spesso di pensare a questa … Continua a leggere Aspettative di felicità: Aspirazione e fardello

A morte il linguaggio pubblicitario!

di Fabio Folla A morte il linguaggio pubblicitario! Sembra esagerato ma è l’unica cosa da fare.Sì perché è un ibrido scorretto e traditore, è un infido amico interessato ai fatti nostri (li usa per i suoi scopi) che ammette di prendere soldi per convincerci a fare delle cose. Noi ci illudiamo di potergli resistere ma lui si avvale di tutti i mezzi a disposizione. Tutti. … Continua a leggere A morte il linguaggio pubblicitario!